chiudi
Dentista Legnano

Dentista Legnano


Quali alternative ci sono per i pazienti che resistono al dentista per paura o addirittura fobia?

Questo è un problema che viene visto e ascoltato frequentemente, in parte perché esistono falsi miti sugli odontoiatri, fondati sulle pratiche di un tempo. Ricorda che in origine l'anestesia non veniva utilizzata (perché non esisteva), quindi veniva usata di routine (ma ci sono molti pazienti che la temono o non la supportano) e oggi non è quasi richiesta nell'odontoiatria contemporanea poiché non c'è dolore per rimozione della carie. Le persone hanno a disposizione varie tecniche associate alle ultime tecnologie per rendere più sopportabile la consultazione e recarti dal tuo dentista di Legnano potrebbe rivelarsi la soluzione più adatta a risolvere il tuo problema.

Dentista a Legnano: l'odontoiatria tramite laser
Consiste nella rimozione del tessuto in decomposizione mediante luce laser in combinazione con acqua nebulizzata che lo rimuove letteralmente per evaporazione, agendo selettivamente: senza intaccare i tessuti sani. Il dolore dovuto alle vibrazioni, all'attrito e al calore prodotto dal tornio viene mitigato poiché il dente non viene nemmeno toccato, si lavora a 2 mm dalla superficie del dente.

Consente l'eliminazione delle due principali cause di ansia, l'anestesia (poiché non produce dolore) e il tornio (poiché agisce ablando i tessuti, cioè l'evaporazione). L'unica cosa che sentirà il paziente è una spruzzata di acqua con aria in bocca. Ma non solo il laser viene utilizzato per questo scopo, ma anche per tutte le specialità dentali, dai canali radicolari al posizionamento dell'impianto dentale o alla rigenerazione ossea.

Può essere usato sia nei bambini che nelle donne in gravidanza. Apre le porte all'odontoiatria minimamente invasiva e alla biorigenerazione tissutale per la conservazione dei denti, grazie al suo potere biostimolante e sterilizzante.

Gel enzimatico:
è un gel il cui principio attivo è la papaina (un enzima estratto dalla papaia), e ha dimostrato di essere efficace nell'eliminazione della carie senza anestesia, ma il tornio non viene eliminato al 100%. Il gel viene inserito all'interno della carie e, dopo pochi minuti, viene estratto con un cucchiaino da raschiare. Si tratta di uno strumento per i pazienti che hanno cavità e soffrono di ansia.

Sedazione con antidolorifici:
la somministrazione di antidolorifici porta il paziente a uno stato di sonnolenza, che lo rende più docile per il trattamento, ma la sua collaborazione nel rispondere alle indicazioni del proprio dentista a Legnano è ridotta, il che complica in qualche modo la cura. È un buon modo per controllare l'ansia e ci sono momenti in cui viene utilizzato in aggiunta ad altre tecniche. Per l'acquisto e la somministrazione di questi farmaci psicotropi è necessaria una prescrizione triplice da parte di un medico. La sua somministrazione nei bambini non è raccomandata ed è controindicata nelle donne in gravidanza, può portare a una dipendenza se la sua somministrazione non è controllata.

Sedazione di protossido di azoto:
consiste nella somministrazione di una miscela di protossido di azoto con ossigeno attraverso una maschera che va al naso del paziente, portando a uno stato di semi-coscienza e rilassamento, ma essendo in grado di rispondere alle indicazioni esterne del dentista, che lo rende meglio degli ansiolitici. La paura viene rapidamente scambiata per una sensazione di calma e sicurezza. È il cosiddetto "gas della risata" visto nei film. È necessario assumere un team di anestesisti per monitorare i segni vitali del paziente e la percentuale di gas somministrati, regolandoli in base alla risposta.

Anestesia generale:
porta il paziente in uno stato di sonno profondo, in totale incoscienza. La respirazione viene mantenuta artificialmente dall'intubazione nasale. Si usa solo quando nessuno dei precedenti è utile per il controllo dell'ansia.

Anestesia totale: quando è un'alternativa

- Se il paziente non solo teme il tornio ma l'intera situazione, l'anestesia totale è un'opzione?
Sì, non è attualmente comune ricorrere a questo metodo poiché il dentista ha alternative per il trattamento, ma è l'opzione per coloro che si rifiutano di andare alla consultazione. In precedenza, lo stato di salute del paziente deve essere valutato con studi clinici e la procedura deve essere eseguita in ambito ospedaliero.
–Quante volte può essere utilizzato?
Varie, ma è meglio cercare di eseguire tutte le procedure possibili in una singola sessione, o di fare il più traumatico in quella condizione e lasciare il più semplice da eseguire sotto sedazione in ufficio.
- Quanti anni dovrebbe avere il paziente?
In generale, l'anestesia generale non viene utilizzata fino all'adolescenza, tranne nei pazienti la cui situazione medica impedisce il trattamento in ufficio, come i pazienti con convulsioni costanti.
–Dovresti firmare un consenso?
Sì, oltre ad aver effettuato tutti gli studi clinici precedenti. I rischi di somministrazione di anestesia sono attualmente minimi e la percentuale di persone che manifestano reazioni avverse è bassa. Tuttavia, poiché deprime il sistema cardiovascolare e respiratorio, per alcuni pazienti potrebbe non essere raccomandato.

Ad ogni modo, recandoti dal tuo dentista di Legnano per un check up iniziale, potrai avere tutte le informazioni necessarie e chiarire tutti i tuoi dubbi.